21

gen

Ostuni

Il fascino di Ostuni è legato alla caratteristica colorazione bianca dei muri delle case del suo borgo antico. Tutte le case del centro storico difatti vengono pitturate esclusivamente di colore bianco con pittura a calce. Grazie a questa caratteristica, Ostuni è nota come la “città bianca”, ma vanta anche altri appellativi, la “regina degli ulivi” e la “città presepe”. Da visitare è tutta la città vecchia detta la “terra”, per distinguerla dalla più recente “marina”, che si presenta come un insieme di antichi edifici intonacati in calce bianca costruiti gli uni sugli altri. Al centro della città vecchia troneggia la cattedrale di Ostuni, dallo stile difficilmente classificabile ma riconducibile ad una tradizione gotico – romanica che in Puglia trova altri esempi. Da non perdere il portale della chiesa dello Spirito Santo, risalente al 1450 oggi riconosciuto come monumento nazionale.
Altra attrattiva di Ostuni sono i 17 chilometri di spiagge in cui si alternano calette sabbiose, scogli, spiagge di ciottoli e dune coperte di macchia mediterranea. Il litorale ospita anche una riserva naturale nella zona del lido Morelli.

Di alessandro||0 comment

I commenti sono chiusi.